Mistero : Misterioso “Portale dimensionale” si manifesta durante una tempesta (video)

Sulla Terra ci sono luoghi in cui si manifestano anomalie magnetiche e gravitazionali. Recentemente un portale dimensionale si è manifestato in Ucraina e il video registrato da un cittadino mostra questo enorme anello di luce nel cielo durante una tempesta.

Sono punti in cui si creano Portali Dimensionali che sono presumibilmente aperti verso altre stelle e galassie dell’universo, e anche ad altri piani spazio-temporali e quindi verso altre dimensioni. In passato c’erano civiltà in cui erano a conoscenza di questa conoscenza ed è per questo che hanno costruito piramidi, templi e cerchi di pietre in questi luoghi per creare un ponte di comunicazione tra la Terra e il suo destino.

Si dice che due tipi di portali dimensionali, sia naturali (che esistono sul nostro pianeta, naturalmente) e artificiali, che sono o sono stati costruiti dall’uomo o da esseri di altri mondi, a volte non sono stabili, sebbene siano disponibili, consentendo di andare e tornare ad altre dimensioni. Naturale, si dice che solo ci portano in un’altra dimensione, ma non ci permettono di tornare. Fantasia? O c’è qualcosa di reale in tutto questo mistero?

Di recente è arrivata la notizia che certe tempeste elettriche emettono antimateria nell’universo. Cioè, queste tempeste per un breve momento diventano un acceleratore di particelle che emettono milioni di positroni nello spazio. La stessa cosa che intendono fare al CERN colpendo particelle ad alta velocità in direzioni opposte, per creare antimateria, queste tempeste fanno naturalmente. Infatti durante i temporali, i fulmini emettono anti-protoni e quindi anti-materia e potrebbero creare l’apertura di portali o stargate. Da qui si spiegano moltisismi avvistamenti UFO durante queste tempeste.

Per capire questo dobbiamo sapere cos’è l’antimateria. L’antimateria è il lato opposto della materia, ogni elettrone (carica negativa) corrisponde a un antielettrone (carica positiva), e ogni protone (carica positiva), corrisponde a un antiprotone (carica negativa), il neutrone in quanto è carica neutra non ha opposto perché è il risultato della combinazione di entrambi.

Materia e antimateria sono uguali in massa e di fronte alla carica, anche i movimenti di rotazione a spirale della materia, sono opposti, con i quali se una galassia ha un movimento rotante in una direzione, da qualche parte esiste il suo opposto nella direzione opposta. L’antimateria ha anche proprietà terapeutiche, infatti esiste un progetto al CERN chiamato esperimento ACE, che sarebbe un’alternativa alla radioterapia, eliminando le cellule tumorali senza danneggiare quelle sane.

L’antimateria è anche considerata un’energia antigravitazionale, quindi in queste tempeste i raggi gamma emettitori, che sono sparati, vanno nella direzione opposta della gravità, da qualche parte nello spazio, come quella rilevata in Namibia che era 100 trilioni di positroni, una quantità molto più alta di una tempesta normale.

Un’altra recente notizia è quelòla che vede una nuova teoria in cui afferma che i buchi neri potrebbero essere il portale di nove altre dimensioni e a riferirlo sono i ricercatori che studiano al CERN. Scontri di particelle accelerate nell’LHC, potrebbero creare input dimensionali. Quindi la collisione di particelle in direzioni opposte, trovando una particella neutra, potrebbe aprire un portale dimensionale. In luoghi come il triangolo delle Bermuda, le sparizioni documentate sono precedute da tempeste elettriche o alterazioni magnetiche. Cioè, vi è un riadattamento nella combinazione di forze opposte, causando così un’apertura dimensionale.

Al centro della nostra galassia c’è un super buco nero chiamato Sagittarius A, chiamato dal popolo Maya come la Farfalla Cosmica, il luogo dove nasce la vita, le stelle i pianeti. Recentemente gli astrofisici hanno osservato un aumento della sua attività ed è descritto come un risveglio del b, come nel nome dell’esperimento del CERN. Questo risveglio è attribuito ad un oggetto spaziale chiamato G2 che si avvicina al centro della galassia, il G2 è stato creduto di essere una nube di gas con una massa tre volte superiore a quello della terra, e si temeva che si è scontrato nel buco nero. La cosa divertente è che non è successo nulla, quello che è successo è che ha cambiato il suo stato da stella binaria in una sola stella.

Questo fatto potrebbe essere osservato nell’osservatorio spaziale WM Keck alle Hawaii. Cioè, ha cambiato il suo doppio o stato binario, in uno stato di sola unità per evitare di essere inghiottito dal buco nero. Questo dà molto da pensare, è come se questo oggetto cosmico sia cosciente, abbia una sua mente che ha utilizzato per uscire dall’inganno della matrice. L’universo lo fa da solo, e osservarlo può darci molte risposte. Il dubbio sarebbe: il CERN cerca di risvegliare qualcosa per aprire portali dimensionali per uscire dalla matrice?

Di seguito è riportato un interessante programma video che mostra un presunto portale dimensionale registrato pochi giorni fa in Ucraina durante una tempesta. Non è stato possibile confermare l’autenticità di questo video, ma di per sé è piuttosto interessante.