Ufologia & Mistero : Droni Alieni e Entità Biologiche Extraterrestri stanno visitando la Terra cercando una “interazione” con gli Umani

Innumerevoli e continui sono gli avvistamenti e le interazioni, o meglio gli Incontri Ravvicinati  tra umani e alieni di diverso tipo, su cui non sembra oggi prevalere una specie particolare. Un esperto di UFO italiano è convinto che, in base alle prove fotografiche e filmati registrati attraverso telefonini e videocamere, sono in aumento in tutto il mondo le interazioni Umano-Aliene, nonchè l’opportunità di avere un Incontro molto ravvicinato con Droni Alieni e Entità Biologiche Extraterrestri (EBE).

 

Massimo Fratini, ricercatore UFO con 40 anni di esperienza, ha avuto modo di studiare da molto vicino gli extraterrestri e gli UFO e possiede le prove che la Terra viene visitata da migliaia di anni da esseri di altri mondi. Ha preparato un dossier incredibile di cui espongo solo una minima parte di ciò che sta portando avanti, uno studio incredibile e affascinante sulla presenza extraterrestre.

Le mie ricerche stanno andando avanti da moltissimi anni – dichiara Massimo Fratini – e nel prossimo convegno UFO che si terrà il 20 Maggio 2018 a Roma, mostrerò alcune prove incredibili che la Terra viene visitata sia da Droni  Alieni (o sonde aliene) e da Entità Bologiche Extraterrestri. Aggiungo che i visitatori alieni offrono a tutti le stesse possibilità: ricchi, poveri, persone di ceto medio, tutti sono candidati. Nello scegliere gli individui da contattare non hanno mai dato segno di privilegiare una particolare posizione sociale o economica”.

 

“Se osserviamo le statistiche, in altre parole i fatti, nella stragrande maggioranza dei casi gli incontri ravvicinati si sono svolti a livello individuale, nel senso che un solo essere umano ha incontrato uno o più ET o Droni Alieni. Per Droni Alieni intendo Robot Biologici o Robot costruiti con una avanzata tecnologia e che possiedono una Intelligenza Artificiale che non non possiamo immaginare. Non sempre il soggetto (o testimone)  è sempre solo al momento e nel luogo del contatto. Gli ET dimostrano alcune capacità, come quella di penetrare negli appartamenti attraversando qualsiasi muro od ostacolo, oltre al potere di agire telepaticamente sui soggetti, senza procurare loro danni evidenti.” 

Extraterrestri ed Entità Biologiche

“Forse dovremmo considerare le EBE descritte nei referti di autopsia come dei robot umanoidi, delle forme di vita appositamente create per viaggi su lunghe distanze attraverso lo spazio e il tempo”. Queste parole, pronunciate dallo scomparso colonnello Philip Corso, rievocano in sintesi le conoscenze ed esperienze di fatti che seguirono l’incidente di Roswell e la cosiddetta ricaduta tecnologica dovuta alle ricerche effettuate sui reperti recuperati da quella nave spaziale. Il colonnello che ho potuto conoscere negli anni ’90, aveva l’incarico di coordinare il settore di Ricerca e Sviluppo del File Top Secret di Roswell, per conto del Generale Arthur Trudeau, al Pentagono nel 1961. In una intervista rilasciata nel 1997 al giornalista Maurizio Baiata, pubblicata sul libro “Il giorno dopo Roswell”, il Col. Corso descriveva gli ET come esseri biologici, appunto chiamati EBE, Entità Biologiche Extraterrestri, metà robot e metà umanoidi (il termine EBE, che appare per la prima volta sui controversi documenti Majestic 12, sarebbe stato coniato nel 1947 dopo l’incidente di Roswell.)”

 

Colgo l’occasione di mostrare in questo articolo alcune delle prove incredibili che oggi vengono dimenticate completamente dagli appassionati e dai ricercatori UFO. Si tratta di uno dei molti episodi di Incontri Ravvicinati con Entità Aliene, o meglio, DRONI ALIENI, quelli che Massimo Fratini ha analizzato e sta continuando a studiare.

” Il Primo Caso è quello di una misteriosa “entità” aliena che si manifesta all’interno di un campo da baseball a Ciudad Juarez (stato di Chihuahua) in Messico, dove uno dei testimoni riesce a documentare attraverso uno smartphone la comparsa della misteriosa “entità”. L’incredibile episodio è stato presentato dalla TV Tercermilenio proprio qualche tempo fa, attraverso l’indagine condotta dal famoso giornalista ed esperto UFO Jaime Maussan e dall’amico ricercatore Carlos Clemente.Il fatto è accaduto la sera del 10 novembre 2014 durante una partita di baseball nel parco Borunda, che si trova nel centro di Ciudad Juarez, Chihuahua.  Durante l’incontro di baseball condotta da alcuni bambini, il signor Armando Martinez, che era presente al bordo campo, riprende alcuni frammenti della partita. Dopo qualche secondo, Armando si è accorto della presenza di un misterioso essere che si trovava all’interno del campo, vicino ai bambini. Il fatto sconcertante è che questa “presenza” era apparentemente invisibile ad occhio nudo, ma attraverso la fotocamera del telefono cellulare si poteva osservare bene. I bambini e i loro genitori non si sono accorti di nulla, ma Armando Martinez è riuscito a registrare un buon video di questa presenza o “entità”, mai vista prima.

“Dal video, analizzato da Tercermilenio TV  e dal sottoscritto, si può notare un essere avvolto da un campo di energia che a tratti emette una maggiore luminiscenza composta da piccoli bagliori di luce (o scintille).  Maussan e Carlos Clemente sono convinti che si tratta di una entità aliena avvolta da una energia invisibile all’occhio umano,  ma visibile solo attraverso macchine fotografiche o videocamere. Io sono convinto che questa entità aliena 0 drone alieno, poteva essere avvolto sicuramente da un campo di energia, una sorta di mantello energetico vibrazionale in modalità STEALT, ovvero invisibile all’occhio umano. Questo fa comprendere il tipo di tecnologia molto avanzata di cui sono in possesso gli extraterrestri. Ovvio che tutto ciò potrebbe mettere in inbarazzo qualsiasi superpotenza militare o esercito. Queste entità hanno la capacità di osservarci da vicino e di entrare nelle nostre case ma non hanno mai mostrato ostilità nei nostri confronti. Con molta probabilità, escludo che ci stiano studiando, anche perchè ci conoscono molto bene….ma credo che per ora si limitano solo ad osservare e vedere se ci sono possibilità di una vera “INTERAZIONE”.

A cura di Miguel Hernandez (Messico)