Ufologia & Mistero : NASA Il satellite “Stereo” ha catturato due “Oggetti Sconosciuti” che volano verso il Sole.


 

Il satellite Stereo della NASA (osservatorio Secchi) ha catturato due oggetti sconosciuti che si lanciano verso il Sole come proiettili.  Se osservate attentamente la parte inferiore del video, potete vedere come due oggetti appaiono dal nulla volando dritto verso il Sole. Si potrebbe pensare che questi oggetti siano comete ma secondo il cacciatore di anomalie Myunhauzen74, due comete non possono seguire la stessa traiettoria nello stesso momento,  ma questi due oggetti seguono la stessa traiettoria nello stesso momento e non a caso uno dietro l’altro.

Dopo aver analizzato lo strano evento vicino al Sole, Myunhauzen74 ha ipotizzato che entrambi gli oggetti potevano anche essere una sorta di proiettili sparati da un velivolo alieno mascherato con lo scopo di colpire il Sole per qualche esperimento.Le ipotesi invece di altri ricercatori e del fisico teorico Nassim Haramein dicono che il Sole crea piccoli fori chiamati macchie solari, queste macchie non sono macchie come tutti possono pensare, ma riflettono il vero aspetto di un buco nero nel Sole, che dura per settimane o mesi e poi si chiude. Questo buco nero è una “finestra”  spazio temporale, una sorta di porta o Stargate attraverso il quale si può viaggiare attraverso mondi e dimensioni sconosciuti all’Uomo.

Secondo il ricercatore Haramein, quasi una volta a settimana avviene una singolarità, ovvero un buco nero (worm hole) sul Sole. Civiltà extraterrestri o interdimensionali che desiderano un accesso avanzato nel nostro sistema solare, con buchi neri grandi come la Terra, può farlo attraverso appunto lo STARGATE del nostro Sole.Secondo Nassim, tutti i corpi celesti hanno il loro buco nero all’interno e la Terra stessa ne possiede uno, da qualche parte. Un piccolo buco nero che è quello che genera tutte le energie e le forze del pianeta. Le finestre di questi buchi neri sono i vulcani. Proprio come gli atomi hanno la loro unicità. Quindi ogni corpo celeste, sia esso una stella o un pianeta, funzionano molto similmente al concetto dello Stargate di Ferlini.

Rammentiamo che lo Stargate del prof. Ferlini veniva descritto con quattro magneti permanenti (o elettromagneti) montati su quattro slitte in legno. Questi quattro magneti, messi ad una certa distanza tutti insieme,  creano un campo di torsione (phase shifting) o vortice di energia torsionale, che crea appunto uno Stargate o portale dimensionale. Un corpo celeste come ad esempio il nostro pianeta (o il Sole) possiede le stesse caratteristiche del portale di Ferlini. La Terra possiede il suo campo magnetico e come tale, crea un vortice per l’apertura di Stargate in molte zone geografiche sensibili, cosi anche nei vulcani terrestri attivi si creano portali dimensionali.

Un’altra cosa importante è legata al Sole. Secondo Nasssim la maggior parte delle sonde spaziali o dei telescopi spaziali, parte delle missioni spaziali dedicate all’osservarzione del Sole,  sono per la maggior parte finanziati dal Vaticano. Ora, con queste nuove informazioni, possiamo capire meglio perché gli antichi popoli come Maya, Egiziani, Aztechi etc..etc.. adoravano il Sole, perché questa ossessione di deificazione ed il culto del Sole e perché erano convinti che gli Dei erano venuti dalle stelle, o da altri Soli o dal cielo.

di Massimo Fratini

Fonte: