Mistero : Anime da altri mondi: Walk-In.

Cosa sono i Walk-In? L’articolo di oggi si collega ad un’altro precedentemente pubblicato nella sezione “Articolando tra le Stelle” di Hack the Matrix.

Questa volta parliamo dei Walk-In. Se qualcuno di voi è abbastanza informato riguardo queste tematiche, già ha idea di cosa sia un Walk-In, ma spiegheremo nel dettaglio di cosa si tratta per chi non ne è a conoscenza.

Nel precedente articolo abbiamo parlato degli Starseed spiegando che si tratta di anime provenienti da altri pianeti, galassie, sistemi stellari, altre dimensioni che arrivano sul pianeta Terra e incarnandosi in corpi umani conducono una vita da perfetti Terrestri. I Walk-In appaiono per la prima volta nella letteratura sacra Induista.

Gli Indù credevano che ogni persona fosse composta da diversi corpi: fisico, astrale, mentale e così via. Secondo loro il Walk-In prendeva uno o più di questi corpi. Ruth Montgomery rese popolare questo concetto nel suo libro del 1979, “Strangers Among Us”.

Successivamente il fenomeno su presentato nella serie televisiva Unsolved Mysteries il 4 giugno 1999. A partire dal 2011 il numero di persone che sostiene di essere Walk-In è in continua crescita. I Walk-In sono anime che invece di incarnarsi da subito nel corpo del neonato, arrivano successivamente, ovviamente avendo preso già precedentemente accordi con l’Anima che farà lo “scambio”.

L’Anima che fa “posto” torna alla luce e lascia il suo “abito” (corpo) all’Anima più evoluta che può liberamente iniziare la sua “missione” in terza dimensione. Il patto di scambio è approvato da parte di entrambe le Anime, non si tratta di qualcosa che avviene forzatamente.

Genericamente arriva quando il corpo è in fase già adulta, ma non è detto, potrebbe arrivare anche in età adolescenziale se ha bisogno di sperimentare e prepararsi per la sua missione. In rari casi lo scambio può avvenire anche durante l’infanzia.

Qualcuno potrebbe pensare che il bambino non abbia la capacità di poter prendere una decisione così importante, ma non è così, in quanto è l’Anima a decidere, un’Anima abbastanza evoluta da poter valutare cosa sia necessario fare per portare a termine la missione. Il Walk-In è un messaggero di Luce.

Riconoscerlo può essere più semplice per qualcuno che gli è molto vicino perché dal momento dello “scambio” in poi, avvengono dei cambiamenti di atteggiamento o di idee.

A volte questi cambiamenti possono essere determinanti nei rapporti personali. Ad esempio la nuova Animapuò ritenere non necessario continuare un rapporto affettivo e decidere di prendere nuove strade che gli consentano di poter proseguire con la sua missione.

Mentre i figli delle stelle tendono ad aggregarsi, i Walk-In “lavorano” da soli, in quanto le missioni che devono svolgere sono lievemente differenti. Questi ultimi sono a tutti gli effetti messaggeri di luce, mentre i primi hanno anche altri compiti da svolgere. Di solito i Walk-In bambini e adolescenti non hanno la consapevolezza di esserlo finchè non raggiungono la maturità.

L’adattamento sulla terra, per loro, è un pò più complicata rispetto agli Starseed poiché devono adeguarsi ad una vita a cui non erano abituati, tipo l’alimentazione, i cicli buio/luce molto più veloci e tutto ciò di cui necessità un corpo Terrestre.

Di seguito vi elenchiamo alcune caratteristiche di un Walk-In. Improvviso cambio di atteggiamento e comportamento verso le persone che lo conoscono.

Spesso si allontanano dalle persone care dopo pochi anni dal loro arrivo. Potrebbero provare un continuo dolore alle spalle e al collo che prima non avevano.

Scoordinazione, problemi di memoria e di linguaggio, improvvisi cambio di gusti (le cose che sembravano piacergli prima, dopo il cambiamento sembrano non piacergli più). Improvviso disinteresse per la carriera nutrendo al contrario interesse verso la spiritualità.

Essere consapevoli di avere un compito da portare a termine anche non ricordando di cosa si tratta di preciso. Alcuni Walk-In hanno ricordi di altri mondi e altre incarnazioni.

Hanno vissuto maggior parte della loro esistenza su altri piani. Sono prevalentemente dei solitari e anche se spesso scelgono lavori a contatto con le persone, preferiscono passare il tempo libero in solitudine, a meno che non incontrino un’anima simile a loro.


Fonte: