Ufologia & Mistero : Gli Elohim: Le Divinità Aliene Nascoste dalle Religioni.

Voi siete Elohim. Siete tutti figli dell’altissimo. Eppure morirete come ogni uomo,cadrete come tutti i potenti. (Salmi,82:6-7)

Molti si sono sempre chiesti chi fosse veramente Dio, domanda che fin dalla notte dei tempi l’essere umano si è sempre chiesto, ma la difficoltà nel rispondere ha generato  diverse religioni, come ad esempio i Greci, che associavano una divinità ad ogni evento naturale, per non parlare dei Romani che veneravano un Pantheon di dei simili all’uomo in quanto a vizzi e peccati. 

Dopo arrivarono le grandi Religioni monoteiste che sentenziarono la presenza di un unico Dio, giudice e padre di tutte le cose viventi sia in terra che in cielo, eppure in uno dei libri più letti del mondo, il primo che fu riprodotto in carta stampata e dunque ad essere diffuso nella cultura di massa ovvero la Bibbia,m secondo le corrette traduzioni non si parlerebbe mai di un unico Dio, ma di un gruppo di dei chiamati appunto Elohim.

La Bibbia ci parlerebbe di  un essere in carne e ossa chiamato Jahwè , il quale era un Elohim, uno dei tanti, ma precisamente dell’Elohim di Israele, e proprio nella Bibbia ne vengono citati altri, Astarte l’elohim di Sidone, Camos l’elohim dei Moabiti e Milcom l’elohim degli Ammoniti (1Re 11:33), tanto che Yahweh mostrava gelosia per il suo popolo verso di loro: «Non seguirai altri elohim, elohim dei popoli che vi staranno attorno, perché Yahweh, il tuo elohim che sta in mezzo a te, è un Elohim geloso» (Deuteronomio 6:14,15).

Quando la Bibbia parla di Jahwè, intende un individuo che fa parte di un gruppo di individui chiamati Elohim, guidati da uno che chiamava Eliòn. Questi individui hanno avuto un rapporto con l’umanità, ma un rapporto speciale, nel senso che la sono un po’ fabbricata. Jahwè era uno di questi, tra l’altro anche uno dei meno importanti. Emerge insomma una realtà che è confermata dai libri sacri degli altri popoli, di tutti i continenti della Terra, che nella sostanza ci raccontano esattamente le stesse cose, ovviamente con una terminologia diversa perchè sono lingue diverse, culture diverse… Ma la realtà è sempre quella.”

Di questi Elohim ne abbiamo parlato in un nostro articolo cercando di dare una visione più completa di questi esseri superiori e portatori di conoscenze fuori dal comune. 

Una prima chiara informazione viene data proprio con la nostra creazione, in quanto siamo stati fatti con la loro immagine (Genesi 1:27), in ebraico tselem, termine che indica un quid di materia che contiene l’immagine, la cui radice del termine sta a indicare un “qualcosa da tagliare, estrarre” (something cut off – “BDB Hebrew and English Lexicon”, op.citata in bibliografia).

Secondo alcuni traduttori di testi sacri questi Elohim sono stati nascosti volontariamente dalle Religioni, accusando il fatto che le traduzioni del vecchio testamento siano ben diverse dal nuovo testamento.

In sostanza, in quelle pagine che abbiamo letto e studiato più o meno tutti a catechismo, sarebbe raccontata una storia ben diversa da quella che ci hanno spiegato. A partire dalla stessa Genesi, racconto simbolico – ci hanno insegnato- di come dal nulla Dio abbia generato l’intero creato, umanità inclusa. Ma Biglino dissente in toto, in virtù dell’ etimologia del verbo ebraico utilizzato per descrivere la nascita dell’Universo.

In questo video che troverete dopo queste poche righe Mauro Biglino cerca di spiegare il motivo di questi ”errori” di traduzione.


Fonte: