Mistero : Enigma a Dendera!! Gli Antichi Egizi erano in possesso di una “Avanzata Tecnologia” che gli permetteva di avere Elettricità e Batterie

Mentre la gente si meraviglia delle antiche piramidi egiziane, una cosa che non attraversa la mente di molti è come gli antichi egiziani riuscirono a creare le piramidi di Giza. Ci si chiede come hanno fatto a creare i grandi blocchi megalitici di pietra sopra il deserto e come hanno potuto creare l’opera nei templi quando non avevano una luce? Potrebbe essere che gli antichi Egizi avessero elettricità e batterie?

Gli antichi egizi erano in possesso di avanzata tecnologia

Ci sono stati risultati in base a studi e ricerche in cui viene suggerito come gli antichi Egizi potevano essere in possesso di una tecnologia avanzata migliaia di anni fa. Due eccellenti prove sono le batterie di Baghdad e il muro al tempio di Dendera dove è impresso uno Zodiaco e altri petroglifi che dimostrano il possesso di tecnologie in quell’epoca.  Il canale Ancient World di YouTube ha dedicato un ampio documento incredibile su come gli antichi egizi erano in possesso di tecnologia avanzata che gli permetteva di avere batterie e elettricità. Il tempio di Dendera ha un muro che mostra immagini che suggeriscono di avere luci elettriche in quanto mostra una spirale collegata ad un grande tubo di vetro con un’altra spirale dentro. Ma la domanda è dove avrebbero inserito la forma grezza di una lampadina.

Gli Egiziani potrebbero avere inventato cosi la prima pila elettrica?

La Pila di Baghdad potrebbe essere la risposta a questa domanda. Si tratta di un vaso di argilla che ha un tappo e una barra di ferro che attraverso il tappo entra in un cilindro di rame centrale. Gli scienziati pensano che il vaso potrebbe essere stato riempito di aceto e hanno fatto una replica funzionante della batteria. La forma grezza di una lampadina raffigurata sulle pareti dei templi sarebbe stata connessa alla batteria di Baghdad per dare luce.

I templi con le loro intricate e stupende opere d’arte sarebbero state intinte nel nero, quindi non c’è modo che gli antichi egiziani avrebbero potuto lavorare sui tanti disegni che accarezzano le pareti del tempio a meno che non avessero una qualche forma di luce. Così gli antichi egiziani inventarono ciò che sarebbe stata la prima lampadina e la collegavano alla batteria di Baghdad.


Fonte: